Viaggio, dal latino viaticum, indica tutto ciò che era necessario portarsi dietro per mettersi in cammino. Ma, cosa si porta dietro la gente quando viaggia? Sicuramente guide turistiche e dizionari di lingue diverse dalla propria; ma non solo. Il viaggiare racchiude il mistero del “non conosciuto”, dell’ignoto. Dunque, ci si porta dietro quell’adrenalina, la voglia di conoscere posti e magari gente nuova. Timore e gioia probabilmente sono i due vocaboli che meglio racchiudono il senso del viaggiare.

Il viaggio è apertura mentale, la voglia di conoscere luoghi e culture diverse dalla propria apre la mente decisamente. Proust diceva sul viaggio “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre ma nel trovare nuovi occhi”. E questo dice molto sull’apertura mentale, sul prendere le distanze dal quello che siamo per avvicinarci a quello che non siamo.

Contattaci scrivendo a:

info@xxtravel.eu